NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Piazza Caduti di Nassiriya, 3 - 12040 Sanfrè (CN)    *   Telefono:  0172 58410

P.I.: 09104650016

box colleg e shop

WA numero 200

Eventi in Farmacia

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

novita infarmacia

Sapere & Salute

Visita il sito Sapere&Salute.it

Carte elettroniche

L'eccessiva esposizione alla luce solare causa l'eritema solare, arrossamento della cute spesso accompagnato da prurito e, nei casi più gravi, da bolle, febbre e malessere.
La comparsa più o meno precoce di questi sintomi è direttamente collegata al tipo di pelle: più è ricca di melanina (sostanza che protegge la pelle scurendola e che viene prodotta in maggior quantità se ci si espone al sole) e maggiore è lo spessore, meno risente dei raggi solari.

I responsabili dell'eritema solare sono i raggi ultravioletti (UV-A ed UV-B) da cui bisogna proteggersi con adeguati filtri solari (ad alto fattore di protezione per bambini e adulti a pelle chiara e capelli biondi o rossi ) da applicare ogni 2-3 ore, ed un'esposizione al sole graduale e nelle ore meno calde (evitare l'orario tra le 11.00 e le 15.00); occorre anche bere molta acqua per reintegrare i liquidi persi con la sudorazione.

Bisogna inoltre tener presente che nelle zone esotiche, a latitudini ben diverse dalle nostre, l'intensità delle radiazioni solari è di ben tre volte superiore; il riflesso dell'acqua e della sabbia la intensificano rispettivamente del 20 per cento e del 15-25 per cento. Sulla neve i rischi sono ancor più alti in quanto la neve rappresenta un fattore intensificante delle radiazioni, in una percentuale che va dal 50 al 75 per cento e l'intensità degli ultravioletti aumenta del 12-15 per cento ogni 1000 metri di altitudine. Inoltre il vento e il freddo alterano il film (strato) idrolipidico della pelle che normalmente la protegge dai fattori esterni e la rendono più vulnerabile.

Le precauzioni vanno prese anche se il cielo è nuvoloso in quanto le radiazioni sono presenti ugualmente, anche se in minor quantità.
In caso di ustioni solari bisogna sempre rivolgersi al medico; in pochi giorni si risolvono, se ben curate.

Newsletter

Iscriviti alla Nostra newsletter per essere sempre informato sulle novità e le promozioni della nostra Farmacia

Riviste Sanitarie Omaggio

Copertina Notiziario FarmaUniti 160

Seguici su fb

SATISPAY

http://images.farmalem.it/f_Barberis_Giuseppe/SATISPAY.jpg