NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Piazza Caduti di Nassiriya, 3 - 12040 Sanfrè (CN)    *   Telefono:  0172 58410

P.I.: 09104650016

servizi

REPARTI

PROMOZIONI

eventi 250

Eventi in Farmacia

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
28
29
30
31

novita infarmacia

Sapere & Salute

Visita il sito Sapere&Salute.it

Carte elettroniche

Sole Amico: istruzioni per l"uso


  
 

 

E' noto che il sole possiede proprietà benefiche,ma anche è in grado di provocare effetti dannosi sulla pelle,sia diretti e immediati,sia indiretti e tardivi.

Sappiamo infatti che stimola la sintesi di VITAMINA D,fondamentale per la formazione e lo sviluppo dell'apparato scheletrico.Degli effetti benefici dei raggi solari si giovano anche coloro che soffrono di PSORIASI o di DOLORI REUMATICI.

Gli effetti immediati di un'eccessiva esposizione solare ( eritema,orticaria,scottature ) sono generalmente reversibili e facilmente risolvibili con cure adeguate, ma non vanno sottovalutati :essi infatti, oltre a procurare un disagio iniziale possono contribuire alo sviluppo di altre patologie future, soprattutto in persone predisposte.

Gli effetti tardivi e indiretti sono ben più gravi: macchie brune, cheratosi ( ispessimenti della cute ),invecchiamento precoce,degradazione del DNA, degradazione dei fosfolipidi di membrana, tutte condizioni che nel tempo possono degenerare in forme maligne. E' poi stato dimostrato che le ustione solari verificatesi nei primi anni di vita predispongono allo sviluppo del MELANOMA.

I raggi del sole che arrivano sulla terra sono costituiti da radiazioni visibili,infrarosse e ultrviolette.

I RAGGI INFRAROSSI generano calore. Anche se non hanno particolari azioni nocive sulla

pelle possono provocare, soprattutto nei bambini, il COLPO DI SOLE mettendo in difficoltà il nostro sistema di termoregolazione.

I RAGGI ULTRAVIOLETTI sono suddivisi in UVA,UVB e UVC. Solo gli UVA e UVB raggiungono la superfice terrestre perchè gli UVC vengono schermati dalla fascia di ozono.

I raggi UVB sono i maggiori responsabili degli ERITEMI SOLARI .

I raggi UVA arrivano sulla terra in quantità maggiori rispetto agli UVB e, penetrando negli strati più profondi del derma, possono generare INVECCHIAMENTO CUTANEO.

Il meccanismo naturale di difesa della pelle dai raggi solari è la formazione di MELANINA, una sostanza che si distribuisce negli strati superficiali della pelle conferendole un colorito bruno dorato.L' abbronzatura,quindi , prima di essere un fatto estetico, rappresenta un sistema di protezione della pelle perchè la melanina è in grado di funzionare da filtro naturale.La quantità di melanina che si produce varia da persona a persona a seconda del tipo di pelle.

Sono perciò individuati 6 tipi di pelle o FOTOTIPI.

Più è basso il fototipo maggiori saranno le probabilità di scottarsi, e perciò tanto maggiori dovranno essere le precauzioni da adottare.

Un sistema che da degli ottimi risultati è quello di prepararsi almeno venti/trenta giorni prima di

esporsi al sole assumendo degli INTEGRATORI che contengano antiossidanti e vitamine ( beta-carotene, vit. E, vit. C, selenio ), soprattutto per coloro che hanno una pelle di fototipo basso.

Non sempre la melanina è sufficiente per proteggiere la pelle ed evitere l' insorgenza di eritemi e scottature.E' quindi buona regola avere una attenzione adeguata al proprio fototipo e osservare quelle regole che permettono di non avere problemi.
L' applicazione di PROTETTIVI SOLARI
consente inoltre di stare al sole più a lungo e rappresenta il provvedimento più importante per la prevenzione di alcuni dei danni dovuti ad una eccessiva esposizione, sempre comunque non esponendosi in maniera indiscriminata.

ALCUNI CONSIGLI PRATICI

 

_ Nei primi giorni di esposizione ai raggi diretti del sole,soprattutto per chi ha un fototipo basso, ricordarsi che le ore migliori per esporsi sono quelle del mattino (8-11) e del tardo pomeriggio (dopo le 17) evitando le ore più calde (12-15).

_ E' preferibile esporsi al sole in movimento,in modo che le radiazioni solari si distribuiscano omogeneamente su tutto il corpo. L'abbronzatura superficiale dei primi giorni è dovuta alla riserva di melanina già disponibile ed è destinata a sparire rapidamente.Solo dopo una decina di giorni si inizia a formare una abbronzatura duratura.Non è vero che più si sta al sole e più ci si abbronza: la produzione di melanina ha un limite fisiologico legato al tipo di persona.

_ Una crema protettiva consente di prolungare l'esposizione al sole ma va rinnovata spesso: almeno ogni due ore, soprattutto per eposizioni prolungate.

_ essa va applicata almeno mezz'ora prima di esporsi al sole

_ Quando si sta al sole non si devono utilizzare profumi o prodotti per il trucco: potrebbero provocare macchie brune causate dalla FOTOSENSIBILIZZAZIONE.

_ Chi assume farmaci ( antiinfiammatori,antidiabetici orali,certi antibiotici,contraccettivi orali, alcuni tipi di farmaci cardiovascolari ) deve prestare particolare attenzione nell' esporsi al sole.
In questo caso vanno utilizzati prodotti schermanti particolarmente alti verso i raggi UVA.

BASTANO QUINDI POCHE REGOLE IMPORTANTI PER ESPORSI AL SOLE

IN SICUREZZA E SFRUTTARE COMPLETAMENTE QUEI BENEFICI CHE CI DA'

IL SOLE AMICO.

 
   

 

torna a sezione scientifica

Newsletter

Iscriviti alla Nostra newsletter per essere sempre informato sulle novità e le promozioni della nostra Farmacia

Riviste Sanitarie Omaggio

Copertina Notiziario FarmaUniti 160

Seguici su fb

SATISPAY

http://images.farmalem.it/f_Barberis_Giuseppe/SATISPAY.jpg